· C a P ' n · R i O k U ·


L'aggressività non mi avrà. Confonde le idee ed affetta la gente.


ah, e poi penso sia orribile provare dolore fisico nei sogni. non mi era mai capitato, sebbene avessi provato altre sensazioni simili e le avessi sentite quasi per davvero.

Papaya

Arriva un momento della tua vita in cui ti guardi indietro e accetti gli errori, ma non è quel momento. Ieri guardavo l’intervista di Claudio di Biagio ad Al Pacino e pensavo: “Io che l’ho incontrato, mettiamo che quel giorno ero un me stesso tornato dal futuro (oggi), quale sarebbe stata la sua reazione se gli avessi detto;  ’Guarda, fra quattro mesi sarai a due centimetri da grandi star del cinema come Al Pacino.’ ?” Adesso invece mi viene da pensare a quale sarebbe la mia reazione se lo stesso me del futuro si presentasse al me di un anno fa circa. Nessun respiro profondo dopo il coma, a un anno esatto dalla strage della mia testa e a più di un anno dalla strage del mio cuore, avrei resistito a questo scempio? Sono più forte ma più debole allo stesso tempo, può non scalfirmi quello che dicono gli altri ma posso infrangermi con la facilità di un vaso di porcellana cadendo da solo. Pensavo che la maturazione è un processo lento di cui ti rendi conto solo alla fine, invece ogni giorno che passa mi chiedo cosa sto diventando ed è così brusco che riesco a vedere cosa non sono oggi di quello che ero ieri, ogni giorno, guardandomi allo specchio. Se penso alla serenità disarmante con cui ho affrontato alcune situazioni l’anno passato, e con quale pesantezza io trovi impossibile valicare alcune piccole questioni, mi deprimo. Il punto è che quando sei tu a sbagliare ti danno tutti addosso ed è come se mancasse l’aria. Mi sono concesso fin troppi errori e ho commesso gli sbagli che mi ero mai ripromesso di commettere mai, e anche per questo resterei sorpreso se il me di un anno (e facciamo anche uno o due mesi) fa mi conoscesse. Mentre in parte sono estremamente orgoglioso di come io abbia fatto fiorire i miei interessi, dall’altra trovo un declino spirituale non indifferente a cui vorrei davvero porre rimedio, ma quando ti svegli e ti accorgi che hai ancora il mondo contro ti viene solo voglia di chiuderti in un guscio e restarci per l’eternità. Quando ero io a perdonare, forse la facevo troppo facile, mi dava fastidio che mi si chiedesse scusa e volevo subito risolvere e non ho mai dato peso alle parole degli altri. Pensavo che dopotutto sono stato bene per molti mesi comportandomi così e anche se un giorno me ne sono pentito e un giorno no, è stato un periodo fondamentale della mia vita e ci ho rimesso parecchio ma ho anche imparato a vivere come si deve. Adesso però è difficile svegliarsi sempre di buonumore e vorrei solo avere certezze che nessuno riesce a darmi, a partire da me stesso.

I wonder how many stranger’s stories we make it into? You know, maybe someone saw you in passing and told their friends about how pretty the girl in the lavender sweater was. Or maybe they overheard you say a joke and repeated it to their friend, confessing that they heard it from some guy at the store. 

(Fonte: bellecosby)

aurelle:

“I like trains. I like their rhythm, and I like the freedom of being suspended between two places, all anxieties of purpose taken care of: for this moment I know where I am going.” - Anna Funder

aurelle:

“I like trains. I like their rhythm, and I like the freedom of being suspended between two places, all anxieties of purpose taken care of: for this moment I know where I am going.” - Anna Funder

panicacidide:

Apparently it’s not socially acceptable for a man to invite another man out just for coffee or to go out for a meal, in case it’s perceived as a date. Like it’s fine if you wanna go to the pub and drink beer and have a chat but make it non-alcoholic and suddenly you’re not straight anymore? You can go to the cinema together but ONLY if it’s an action movie. You guys can’t even just go shopping with each other. Oh masculinity, so fragile, so strange. 

arnaib:

Everything I’m not made me everything I am.

Feels like we only go backwards darlin’

vorrei sdoppiarmi in certe occasioni

  • me: instantly jumps to worst possible conclusion